Messa alla prova: cos’è?

messa alla prova

Che cos’è la messa alla prova? Quando può essere richiesta e quali sono i benefici che comporta effettuare questa scelta?
Mi chiamo Mattia Fontana ed esercito la professione di Avvocato penalista a Roma. In questo articolo ti parlerò della messa alla prova, un istituto previsto dal nostro codice penale e di procedura penale che consente di ottenere notevoli benefici.

Stai cercando un Avvocato penalista ed hai bisogno di una consulenza? Contattami!

Stai affrontando un processo penale, ti parlano della possibilità di usufruire della messa alla prova, ti chiedi se è la scelta giusta da compiere ma non sai cos’è e come funziona.
Vediamo allora nel dettaglio di cosa si tratta.

 
 

Cos’è e come funziona la M.A.P. [ torna al menu ]

La Sospensione del procedimento con messa alla prova dell’imputato, è un istituto del diritto penale previsto dall’art. 168 bis cp e dall’art. 464 bis cpp (clicca qui per un ulteriore approfondimento).
In primo luogo si tratta di una causa di estinzione del reato. Con l’esito positivo della prova si otterrà l’estinzione del reato.
Si tratta poi di un procedimento speciale, alla pari del rito abbreviato o del patteggiamento,
Il processo non seguirà dunque il rito ordinario, non verranno ascoltati testimoni e non verranno acquisite prove, ma ci sarà un iter diverso.

Obiettivo primario dello Studio Legale Penale di Roma fondato dall’Avvocato penalista Mattia Fontana, è quello di garantire la miglior difesa e tutela per i propri assistiti.
Se necessiti di un Avvocato esperto in diritto penale a Roma contattami per una consulenza.

 

Quando si può chiedere la messa alla prova? [ torna al menu ]

Per usufruire della M.A.P. devono ricorrere alcune condizioni:
1. può essere chiesta solo per determinati reati (non particolarmente gravi). Ci si riferisce a quei reati puniti con la sola pena pecuniaria e/o con pena detentiva non superiore a quattro anni.
2. Aver risarcito il danno alla persona offesa. Se non vi è una persona offesa è possibile che il Giudice chieda di fare un’offerta a specifici fondi (ad es. per la guida in stato di ebbrezza il fondo vittime stradali).
Se ricorrono queste condizioni, il tuo Avvocato, al quale avrai dato procura speciale, dovrà presentare un’istanza con la quale chiedere la sospensione del processo.
A questa istanza va allegato un programma di trattamento che dovrà essere redatto da un assistente sociale.
Durante il periodo di sospensione del processo (per un periodo massimo di due anni) dovrai attenerti scrupolosamente alle prescrizioni in esso contenute, pena la revoca della sospensione del procedimento.
La sospensione del processo con messa alla prova non può essere richiesta per più di una volta. Questo vuol dire che nel caso in cui dovessi compiere un altro reato non potrai più utilizzare questo rito.

 

Messa alla prova: durata e svolgimento [ torna al menu ]

La M.A.P. consiste nello svolgimento del lavoro di pubblica utilità. Si tratta di una prestazione non retribuita, di durata non inferiore a dieci giorni, in favore della collettività.
La prova verrà svolta presso una struttura individuata (il Tribunale stipula apposite convenzioni con specifiche strutture).

 

Messa alla prova: effetti [ torna al menu ]

Dopo aver capito cos’è la messa alla prova va però chiarito quali sono gli effetti di questa scelta.
Al termine della prova l’assistente sociale invierà all’Autorità Giudiziaria una relazione finale. Se la relazione avrà esito positivo il Giudice dichiarerà l’estinzione del reato.
Ciò può essere particolarmente consigliato nel caso in cui non si voglia far apparire il precedente nella “fedina penale”.
L’estinzione del reato tuttavia non pregiudicherà l’applicazione delle sanzioni amministrative accessorie (ad es. la sospensione o la revoca della patente per la guida in stato di ebbrezza).

 

M.A.P.: conclusioni [ torna al menu ]

Non sempre affrontare il processo penale con un rito ordinario è la scelta migliore. Vi sono dei casi in cui scegliere la M.A.P. può risultare davvero conveniente.
Se l’imputato è giovane e se si ritiene che si asterrà dal commettere altri reati, la messa alla prova può rappresentare una importante opportunità.
Se devi affrontare un processo penale e vuoi sapere se puoi accedere alla messa alla prova non esitare a contattarmi.

Se il tema è di tuo interesse puoi leggere altri articoli sul punto:
Messa alla prova e UEPE
Patteggiamento: il significato dell’istituto previsto dall’art 444 cpp
Rito abbreviato: il significato dell’istituto previsto dall’art 438 cpp

Stai cercando un Avvocato penalista ed hai bisogno di una consulenza? Contattami!